FESTA NATALE

UN'OPERA PER INTRECCIARE I NOSTRI SGUARDI E DARE UN SENSO PROFONDO AL NOSTRO STARE INSIEME.. con una dolce competizione

Ognuno di noi é chiamato ad essere se stesso, come ogni filo in una tela é chiamato a sorreggere e ad essere sorretto dai propri compagni. Un NOI che si intreccia a queste parole tratte dalla parabola del seminatore: 16 Ma beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché sentono. 17 In verità vi dico: molti profeti e giusti hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, e non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, e non l'udirono!18 Voi dunque intendete la parabola del seminatore: 19 tutte le volte che uno ascolta la parola del regno e non la comprende, viene il maligno e ruba ciò che è stato seminato nel suo cuore: questo è il seme seminato lungo la strada. 20 Quello che è stato seminato nel terreno sassoso è l'uomo che ascolta la parola e subito l'accoglie con gioia, 21 ma non ha radice in sé ed è incostante, sicché appena giunge una tribolazione o persecuzione a causa della parola, egli ne resta scandalizzato. 22 Quello seminato tra le spine è colui che ascolta la parola, ma la preoccupazione del mondo e l'inganno della ricchezza soffocano la parola ed essa non dà frutto. 23Quello seminato nella terra buona è colui che ascolta la parola e la comprende; questi dà frutto e produce ora il cento, ora il sessanta, ora il trenta». Matteo 13,16-23 ... ognuno di noi é potenzialmente il semino/filo ma che poi siamo noi a scegliere se germogliare e dare frutto o se inaridire. Buon Natale a tutti noi.

Federica Basso, studente Accademia di Belle Arti Venezia.

Desideri ricevere informazioni sui nostri eventi? Iscriviti alla newsletter

Teniamoci in Contatto

RESIDENZA UNIVERSITARIA ISTITUTO CILIOTA

CONTATTI