INTRO

Gli incontri non sono mai un istante chiuso nelle nostre vite, un momento che passa e che va scivolandoci addosso: essi possono essere tempi e spazi sacri. Gli incontri importanti, AUTENTICI, hanno spesso un prima, un durante e un dopo…. Fasi che qui nella nostra Residenza Universitaria vengono singolarmente valorizzate: poiché capaci di GENERARE SUTPORE E CRESCITA.

Un prima di preparazione, che ci conduce all’incontro… aprendo il nostro se’ alla riscoperta di una necessità, alla possibilità che ci venga offerto un seme che se accolto e alimentato sia capace di farci sentire amati, superando ostacoli, prove o limiti un po’ ruvidi. Un “nuovo” che conduca a riscoprire, anche attraverso chi cammina con noi, che chi ci ama lo fa con gratuità infinita:  “IO SONO VENUTO PERCHE' ABBIANO LA VITA E L'ABBIANO IN ABBONDANZA” (GV 10, 10).

Ogni incontro pensato per voi, con voi, nasce con il desiderio di donarvi al suo termine…. qualcosa, anche solo un piacevole ricordo, un pensiero positivo, una piccola luce da portare con voi e che possa nutrire quel “dopo” tanto importante perché unico e irripetibile che è la tua vita. Una luce da non tenere nascosta in un cassetto ma da donare alle persone che ci/ti sono vicine in questo cammino, perché è anche “VIVENDO CON…” che si attraversano dimensioni e spazi colmi di stupore, che soli non è possibile nemmeno immaginare.

Raffaella Gonella e Marco Cavallero

 

TRACCE dal COLLEGIO

In questi anni, numerose le lettere che ho ricevuto. Infiniti gli abbracci che ancora oggi mi parlano di quei ciliottini che con sorriso  e desiderio di raccontarsi, tornano sempre:
….. a presentarti la loro famiglia,
……il loro amore,
……la loro storia che continua,
qui vicino o lontano lontano….. ma non troppo per essere condivisa.

Ho scelto oggi di donarvi qualche frammento perché prezioso è il cammino di chi sa aprirsi all’ascolto della testimonianza e uniche sono queste tracce che altri ciliottini prima di te, ti affidano ora.

Raffaella Gonella

Ciliotina

Sono una studentessa di Cà Foscari e Ciliotina da ormai 4 anni. Quest’anno è stato per me un anno impegnativo, sia per l’università che per la decisione di spostarmi in un appartamento invece che rimanere dentro al collegio. Nonostante le difficoltà incontrate è stato uno degli anni più belli che io abbia trascorso qui a Venezia, grazie alle amicizie che avevo già, a quelle nuove in cui mi sono imbattuta nel corso dell’anno ma soprattutto grazie alle amicizie recuperate che pensavo di aver perso.
Le parole chiave in questo posto sono 3: mettersi in gioco. Ci mettiamo tutti in gioco quando ci troviamo per organizzare un incontro, con le nostre diversità in tavola e tanta voglia di costruire insieme un qualcosa di concreto, arrivando a compromessi e imparando l’uno dall’altro. Ci mettiamo in gioco quando parliamo tra di noi delle nostre diversità di pensiero e dei nostri diversi luoghi d’origine, confrontandoci, imparando dall’altro e rendendoci conto che il segreto non è essere sempre sicuri di tutto, ma mettersi sempre in discussione ed essere sempre pronti ad imparare da persone diverse da noi, perché non ci può essere una vera crescita se non c’è uno scontro, se ci troviamo a fronteggiare persone che la pensano esattamente come noi e che non sono in grado di uscire dai propri schemi mentali.
Il bello del progetto educativo e degli incontri è che viene dato spazio a noi, alle nostre idee e passioni, al fatto che non c’è nessuno che ci dice cosa dire e cosa fare ma che noi siamo i protagonisti e gli sceneggiatori di tutta la serata. Questi 4 anni mi hanno dato tanto, hanno fatto emergere una Margherita che non credevo che esistesse, grazie a questi incontri ho imparato a confrontarmi con un pubblico, a non aver paura a dire la mia, perché la mia opinione conta quanto quella degli altri.
Un’altra cosa che ho amato è il sentirmi sempre a casa, il non essere mai lasciata sola nei momenti del bisogno, nonostante la frenesia della vita quotidiana, tra i mille impegni e le corse contro il tempo. Per questo, oltre i miei stupendi coinquilini, devo ringraziare una persona in particolare, che funge da filo conduttore tra tutti noi, che media nei momenti di maggiore discordia e ci sprona a fare sempre di più per riequilibrare le dinamiche interne: Raffaella.
Lei in particolar modo mi è stata molto vicina, e non solo a me. Lei è stata sin dal primo giorno una presenza che non si è mai imposta, sempre la ben accetta tra noi Ciliotini, e spesso cercata per conforto o solo per parlare e chiedere consiglio. Lei è la persona che rimane in ufficio ad oltranza, nonostante tutto, sempre con il telefono acceso per non lasciare solo nessuno che possa aver bisogno di lei fuori dal suo orario lavorativo.
Lei è uno dei motivi principali per cui i Ciliotini sono stati in grado di realizzare tutte le idee e i progetti svolti in questi anni.
Una vera guida si riconosce dalla propria capacità di indirizzare le persone senza comandare o esigere nulla, accompagnandole, collaborando e mettendosi al loro pari, senza sentirsi superiori o fare del vittimismo in caso le cose non vadano come previsto. Purtroppo questa non è una caratteristica che si riscontra in tutti, ed è facile giudicare dall’esterno, arrivare il martedì, mangiare il proprio piatto e sedersi a godersi la serata senza alzare un dito, ed è ancor più facile attribuirsi i meriti di cose che non si è assolutamente fautori.
Credo che questo posto non potrebbe andare avanti senza persone come Raffaella ma anche come Gianfranco, che è sempre di corsa per aggiustare questa o quell’altra cosa, sempre disponibile ad aiutare tutti, a rimboccarsi le maniche e fare lavori che altri non vogliono fare. Sempre gentile e disposto a spiegare le cose anche quando l’interlocutore non ha lo stesso atteggiamento. Sono persone come loro che con la passione, l’amore per il prossimo e le sfide riescono a mandare avanti un posto come il Ciliota e farlo sentire come una Casa, con la C maiuscola, per tutti. I miei 4 anni non sarebbero stati gli stessi senza loro due, che cercano di fare tutto ma non si prendono il merito.

Desideri ricevere informazioni sui nostri eventi? Iscriviti alla newsletter

Teniamoci in Contatto

RESIDENZA UNIVERSITARIA ISTITUTO CILIOTA

CONTATTI